Consigli Igienici - Penna e Calamaio

Sotto questa rubrica (Consigli Igienici), il mio compito è d’istruire la generalità de’ lettori, supposta affatto digiuna di nozioni mediche, facendo loro conoscere il modo di conservare la propria salute e prevenire le malattie, effetti bene spesso d’ un modo di vivere contrario alle sconosciute funzioni de’ nostri organi; ma benanco di sradicare molti progiudizi ed errori figli dell’ignoranza in cui siamo degli atti che si compiono nel corpo. Volgarizzerò senza snaturarla, e senza spogliarla di quella rigorosa precisione che le è propria, ogni massima scientifica che ci viene dettata dai migliori studi moderni, attenendomi all’autorità di scienziati commendevoli: e siccome è mio desiderio rendere ad ognuno ciò che gli è dovuto, citerò i Giornali e le Riviste, dove sono consegnati i lavori degli eminenti scrittori, dai quali io potrò trarre il consiglio da suggerire al mio cortese lettore. Intanto, per incominciare, e perché, forse non fuori attualità, detterò le norme igieniche contro l’infezione tifosa, ricavate dalla Gazzetta medica lombarda 1897.

I. Evitare gli eccessi nel bere e nel in mangiare.

II. Non mangiare verdure crude, (insalate etc.) e limitare, per quanto si può, l’uso di frutta non cotte. Queste, in ogni caso, si lavino con acqua pura (acqua condotta, o acqua bollita), e si spoglino della loro buccia, prima di mangiarla.

III. Non bere mai latte crudo, ma farlo bollire precedentemente per cinque minuti.

IV. Si faccia bollire per cinque minuti l’acqua che deve servire per bere, per gli usi domestici e per la pulizia del corpo o almeno quella che serve per bere e per la pulizia dei denti e della bocca. (L’acqua bollendo non perde alcuna delle sue qualità e non acquista alcun cattivo sapore, purché venga fatta bollire al calore del carbone e stia in recipienti di vetro, porcellana, o ferro smaltato. Servono egregiamente allo scopo i fiaschi di Chianti, i quali resistono di solito assai bene anche al fuoco libero).

V. Fuori di casa, evitare assolutamente di bere acqua, della cui bontà non si sia più che sicuri.

Dottor Novo

 

Bibliografia:

Periodico quindicinale “La Torre di Trevi”, N.1 – Trevi 1 Gennaio 1898

 

Facebook

Torna alla Home

Verrai avvisato sui nuovi articoli

 * Privacy Policy

close

Verrai avvisato sui nuovi articoli

 * Privacy Policy

Articoli consigliati

4 commenti

  1. Antonella, sono consigli di salute igienica che dopo un secolo, tornano ad essere utili.

    1. Antonella Cardinali

      Verissimo Carlo! Tra l’altro consigli spiegati con molto chiarezza e con grande garbo

  2. Sempre attuali cara Antonella questi consigli, in quel periodo mancavano sicuramente tanti prodotti: disinfettanti e quant’altro di cui oggi ne facciamo tanto uso, tralasciando qualche volta comportamenti altrettanto importanti !

    1. Antonella Cardinali

      Condivido pienamente Daniela, oggi facciamo un gran uso di prodotti chimici, perché nel tempo si sono perdute conoscenze altrettanto preziose. Come sempre le tue considerazioni aggiungono qualcosa in più. Grazie! 🌺💝

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *